This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit. By using this website you consent to our use of these cookies. Find out more about how we use cookies and how to manage them by reading ourCookie Policy OK

STUDIO SERGIO BUSSONE
DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE

Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria

LA MANOVRA ECONOMICA

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 164 del 16 Luglio 2011 è stata pubblicata la Legge 15.07.2011 n. 111 che converte in legge il D.L. 98/2011 recante “Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria”.

Segue una sintesi delle novità in materia fiscale contenute nella manovra.

RIDUZIONE ALIQUOTA DELLA RITENUTA D’ACCONTO SUI BONIFICI

Dal 1° Luglio 2010 è stato introdotto l’obbligo per Banche e Poste Italiane spa di operare una ritenuta d’acconto del 10% all’accredito dei pagamenti riguardanti le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di risparmi energetico.

Il Decreto ha ridotto al 4 per cento l’aliquota di tale ritenuta.

VERSAMENTI RATEALI

È soppresso l’obbligo di prestare la garanzia mediante polizza fidejussoria o fidejussione bancaria nei casi di versamento rateale delle somme dovute a seguito di accertamento con adesione e conciliazione giudiziale per importi delle rate successive alla prima superiori a 50.000 €.

Nel caso di mancato pagamento anche di una sola delle rate diverse dalla prima oltre il termine della rata successiva o quella non pagata, l’Agenzia delle Entrate procede all’iscrizione a ruolo del totale delle residue somme dovute compresi i relativi interessi.

      è pertanto necessario sanare il mancato versamento di una rata con il pagamento della stessa entro la scadenza di quella successiva.

CHIUSURA D’UFFICIO DELLE PARTITE IVA INATTIVE

È prevista la revoca della Partita IVA qualora per tre anni consecutivi il titolare non abbia esercitato l’attività ovvero non abbia presentato la Dichiarazione annuale IVA.

I contribuenti che non abbiano presentato tempestivamente la Dichiarazione di cessazione attività ai fini IVA possono sanare la propria posizione presentandola entro il prossimo 4 Ottobre versando entro lo stesso termine una sanzione ridotta di € 129,00.

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE

In caso di omessa presentazione del modello dei dati relativi ai fini dell’applicazione degli studi di settore, la sanzione prevista è fissata al massimo importo consentito (pari ad € 2.065,00)

ACCERTAMENTI ESECUTIVI

La data di inizio di applicazione delle disposizioni in materia (concentrazione della riscossione nell’accertamento) è differita al 1° Ottobre 2011.

RIDUZIONE DELLE SANZIONI IN PRESENZA DI LIEVI RITARDI

Ai versamenti effettuati con un ritardo non superiore a 15 giorni è riconosciuta una diminuzione della sanzione pari ad 1/15 per ciascun giorno di ritardo.

Tale riduzione si aggiunge a quella disposta in caso di ravvedimento operoso: quindi il ritardo del versamento è ravvedibile con una sanzione pari allo 0,2 per cento per ogni giorno di ritardo.

REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI.

MODIFICATI I REQUISITI PER L’ACCESSO.

Dal 2012 il nuovo regime dei minimi sarà riservato ai contribuenti che avviano l’attività o che l’hanno avviata a partire dal 1° Gennaio 2008 e si applicherà all’anno di inizio ed ai 4 successivi oppure anche oltre sino al compimento del 35° anno di età.

L’imposta sostitutiva sul reddito passa dall’attuale 20% al 5 per cento.

Si dovranno rispettare le tre seguenti nuove condizioni:

      non aver esercitato nei tre anni precedenti l’inizio dell’attività, un’attività d’impresa, arte o professione, anche nell’ambito di imprese familiari, società, associazioni professionali;

      non proseguire l’attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo (compresa collaborazione coordinata e continuativa);

      non proseguire un’attività di impresa svolta da altro soggetto che abbia realizzato nell’anno precedente ricavi superiori a 30 mila euro.

Restano in vigore tutti gli altri requisiti attualmente previsti.

I contribuenti in possesso dei vecchi requisiti per i regimi dei minimi, ma non di quelli necessari per accedere al nuovo, passano ad un regime semplificato “residuale” con facilitazioni molto limitate.

CIRCOLARI

DECRETO LEGGE “SOSTEGNI”

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 22 marzo 2021 è stato pubblicato il Decreto Legge 22 Marzo 2021 n. 41 “Misure Urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19”

LEGGE DI BILANCIO 2021

Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023

DECRETO “RISTORI-BIS”

Ulteriori misure urgenti in materia della tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO - “D.L. RILANCIO”.

DAL 15 GIUGNO 2020 E’ POSSIBILE INVIARE LA DOMANDA PER OTTENERE IL “CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO” PREVISTO DAL “D.L. RILANCIO”

CREDITO DI IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE - D.L. “RILANCIO”

DAL 6 GIUGNO 2020 OPERATIVO IL CREDITO DI IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E AFFITTO D’AZIENDA PREVISTO DAL D.L. “RILANCIO”.

SCADENZE

STUDIO SERGIO BUSSONE - DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE 
10040 DRUENTO - Via Torino 60 - Tel. (011) 9845396 - Fax (011) 9846832
Codice Fiscale: BSSSRG55M05L629E - Partita IVA: 06239420018

This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit. By using this website you consent to our use of these cookies. Find out more about how we use cookies and how to manage them by reading ourCookie Policy OK