This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit. By using this website you consent to our use of these cookies. Find out more about how we use cookies and how to manage them by reading ourCookie Policy OK

STUDIO SERGIO BUSSONE
DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE

LEGGE DI STABILITA’ 2015

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 Dicembre 2014, S.O. n. 99,  è stata pubblicata la Legge 23 Dicembre 2014 n. 190 (Legge di Stabilità 2015).

Di seguito si riporta una sintesi delle  principali novità in materia fiscale :

 

REGIME FISCALE AGEVOLATO PER LAVORATORI AUTONOMI :                  

Dal 1° Gennaio 2015 viene istituito per  i cosiddetti “nuovi minimi”, ovvero gli esercenti attività d’impresa e professioni in forma individuale,  un nuovo regime fiscale agevolato da assoggettare ad imposta sostitutiva con l’aliquota del 15%.

Per accedere al regime agevolato, che costituisce il regime naturale per chi possiede i requisiti,sono previste soglie di ricavi diverse a seconda del tipo di attività esercitata, che variano da Euro 15.000 per le attività professionali a Euro 40.000 per il commercio. Le soglie devono essere ragguagliate ad anno sia per l’accesso che per la permanenza nel regime.

Inoltre si consente di accedere al nuovo regime anche a chi percepisce altri redditi, purchè quelli conseguiti nell’attività di impresa e/o professioni siano prevalenti rispetto a quelli percepiti come redditi di lavoro dipendente e assimilati.

 

ESTENSIONE REVERSE  CHARGE:                 

Dal 1° Gennaio 2015 nell’ottica del contrasto dell’evasione fiscale si incrementano le ipotesi di inversione contabile (reverse charge) ai fini IVA, in particolare estendendo tale sistema anche ad ulteriori ambiti del settore dei servizi (prestazioni di pulizia, di demolizione, di installazione di impianti e di completamento relative ad edifici) e del settore energetico.

 Inoltre, il reverse charge è esteso anche alle cessioni di beni effettuate nei confronti degli ipermercati, dei supermercati, dei discount alimentari e alle cessioni di bancali di legno (pallets) riciclati. L’efficacia dell’ampliamento di questi ultimi casi di reverse charge è subordinata al rilascio dell’autorizzazione in deroga da parte del Consiglio UE (in mancanza di via libera scatterà una clausola di salvaguardia sulle accise della benzina).

 

Anche per queste fattispecie, quindi, l’onere del versamento dell’IVA viene traslato dai fornitori agli acquirenti.


SPESE  PER RECUPERO EDILIZIO:
    

La detrazione sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio è prorogata sino al 31 Dicembre 2015 nella misura del 50%..

INTERVENTI PER RISPARMIO ENERGETICO :  

La detrazione fiscale sugli interventi per il risparmio energetico degli edifici viene prorogata fino al 31 Dicembre 2015 con la percentuale del 65% ; essa viene estesa alle schermature solari, agli impianti di climatizzazione invernale alimentati da biomasse combustibili e all’adozione di misure antisismiche.

 

RAVVEDIMENTO OPEROSO :  

L’autocorrezione del contribuente sarà consentita fino al termine di decadenza del potere di accertamento e anche se sono iniziate verifiche; sarà più conveniente se l’adeguamento avverrà prima della notifica del processo verbale di constatazione.

 

RIDETERMINAZIONE  DEL COSTO FISCALE DEI TERRENI E PARTECIPAZIONI

Viene riaperto il termine per la determinazione del costo fiscale dei terreni agricoli ed edificabili e delle partecipazioni in società non quotate (per i soggetti che detengono questi beni al di fuori dell’attività d’impresa).I beni devono essere posseduti alla data del 1° Gennaio 2015, mentre l’asseverazione della perizia di stima ed il pagamento della prima rata dell’imposta sostitutiva devono avvenire  entro il 30 Giugno 2015.

L’imposta sostitutiva può essere versata in tre rate annuali di pari importo, con una aliquota raddoppiata rispetto a quelle precedenti (dal 4% all’8% per le rivalutazioni di terreni e di partecipazioni qualificate e dal 2% al 4% per le partecipazioni non qualificate).

 

DEDUZIONE IRAP (“CUNEO FISCALE”)  

A partire dal 2015 si rende integralmente dall’IRAP il costo sostenuto per lavoro dipendente a tempo indeterminato che eccede le vigenti deduzioni.

Inoltre si introduce un credito d’imposta IRAP (pari al 10% dell’imposta lorda), utilizzabile in compensazione, nei confronti dei soggetti che non si avvalgono di dipendenti nell’esercizio della propria attività.

 

FORNITORI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE :

Ad essi dal 1° Gennaio 2015 si applica lo “split payment” ovvero il meccanismo secondo cui l’IVA dei fornitori della Pubblica Amministrazione sarà versato direttamente all’Erario dagli enti pubblici.

In pratica i fornitori della P.A. riceveranno le somme loro spettanti al netto dell’IVA.

L’entrata in funzione dello split payment riguarda le fatture emesse a partire dal1° Gennaio 2015 e richiede l’emissione di un Decreto Ministeriale attuativo.

 

ALIQUOTA IVA PELLET:            

Passa dal 10% al 22% l’aliquota IVA applicabile alle cessioni di pellet di legno (la legna da ardere continua invece a beneficiare dell’aliquota del 10%).

 

 

CIRCOLARI

DECRETO LEGGE “SOSTEGNI”

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 22 marzo 2021 è stato pubblicato il Decreto Legge 22 Marzo 2021 n. 41 “Misure Urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19”

LEGGE DI BILANCIO 2021

Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023

DECRETO “RISTORI-BIS”

Ulteriori misure urgenti in materia della tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO - “D.L. RILANCIO”.

DAL 15 GIUGNO 2020 E’ POSSIBILE INVIARE LA DOMANDA PER OTTENERE IL “CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO” PREVISTO DAL “D.L. RILANCIO”

CREDITO DI IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE - D.L. “RILANCIO”

DAL 6 GIUGNO 2020 OPERATIVO IL CREDITO DI IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E AFFITTO D’AZIENDA PREVISTO DAL D.L. “RILANCIO”.

SCADENZE

STUDIO SERGIO BUSSONE - DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE 
10040 DRUENTO - Via Torino 60 - Tel. (011) 9845396 - Fax (011) 9846832
Codice Fiscale: BSSSRG55M05L629E - Partita IVA: 06239420018

This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit. By using this website you consent to our use of these cookies. Find out more about how we use cookies and how to manage them by reading ourCookie Policy OK